Dammi la tua mano

Ogni Sorig Khang Locale, da ogni parte del mondo,  come elementi che fanno parte di un mandala colorato, era stato invitato dal team organizzativo di Pisa, a presentare un progetto,  un'idea, un contributo di qualsiasi genere, che raccontasse, il loro specifico  e personale modi di "vivere Sowa Rigpa. Alcuni hanno portato i loro prodotti naturali, altri i propri strumenti artigianali,  altri  erbe,  comunque ognuno ha portato un po di sé, e la sua personale esperienza di lavoro nel campo.

Beatrice Ciardi, insegnante di NE Jang, (una delle prime insegnanti di Yoga tibetano autorizzate dal Dr. Nida ) e coordinatrice di Sorig Khang Anzio, mi avverte, a pochi giorni dal congresso, che porterà una "sorpresona". Mi accenna di alberi, della sua famiglia, ma non colgo bene la visione del tutto. Sarà  perché, a pochi giorni dal congresso, hai molte visioni organizzative e la testa che esplode di informazioni e procedure.

Invece la sorpresa c'è stata. 

Una grande tela bianca ha fatto capolino nella hall della stazione leopolda. Dipinto a mano, esplodeva nei 5 colori la sagoma di un albero e le parole SKI FAMILY in blu e la bozza di un simbolo , quello stilizzato del nostro Blog!.

L'albero della Ski Family, è l'idea perfetta, nel luogo perfetto , nel tempo perfetto. Beatrice non poteva sapere che da lì a poco , la d.ssa Maria Locsei , una dei fondatori dell'accademia, avrebbe presentato una relazione intitolata "l'embriologia della iattm", illustrando la storia della sua  nascita e, ricostruendo tappa per tappa le radici dell'accademia. 

La vita di ognuno di noi fa parte di una storia più grande e ricca di avvenimenti, scoprire questa storia significa poter vivere un’esistenza più consapevole, ricca e soddisfacente. 

La continuità ci dà le radici; il cambiamento ci regala i rami, lasciando a noi la volontà di estenderli e di farli crescere fino a raggiungere nuove altezze.
(Pauline R. Kezer)

L 'albero è il simbolo appropriato per rappresentare la casa, la famiglia, la memoria , le relazioni . 
L'albero ha servito durante i secoli a rappresentare quel grande corpo che è un lignaggio, una discendenza. Come l'albero, una famiglia nasce, si sviluppa, si ramifica,cresce.
Dalle radici (l'antenato originatore - o capostipite - della famiglia) si sviluppa un potente tronco (il lignaggio: i discendenti che riconoscono un antenato comune) che si ramifica nelle ampie branche della chioma (i vari rami del lignaggio) a cui sono attaccate le innumerevoli foglie (i discendenti).

E non poteva essere  che la prima impronta, ovvero quella della mano del Dr. Nida, a dare vita   alle  radici di questo albero, che cresce e si ramifica generando nuove foglie . 

Ognuno dei presenti,  con i colori preferiti, e con l'impronta unica della propria mano, ha "firmato" gioiosamente la tela. Ed ecco l'opera compiuta: tutte mani diverse, che come foglie spiccano in ogni direzione, libere ed armoniose. Nella stessa maniera in cui ognuno degli esponenti, familiari della sorig khang nel mondo,  arricchisce questo lignaggio con il proprio talento, esprimendo se stesso attraverso la sowa rigpa, la scienza della salute e della felicità. 

La domenica, terminato tutto, la tela appesa con cura alle travi della Stazione Leopolda , è stata tolta, e ripiegata, e come un testimone è passato nelle mani di Jacqueline Yu, la prossima organizzatrice del Congresso che si terrà a Singapore il 7.8.9 marzo 2019. 

E' chissà che  non sia l'inizio di una nuova tradizione, quella della mano sulla tela .