ཨ་ཏི་ཡོ་ག ATI YOGA

Dei tre veleni che affliggono la mente - rabbia, attaccamento e ignoranza - è  proprio l'ignoranza quella più difficile da eliminare, perché, come un grande albero con tre grossi rami, è essa stessa la causa degli altri due.

È a causa dell'ignoranza che proviamo rabbia, è a causa dell'ignoranza che abbiamo attaccamento. Ed è proprio l'Ati Yoga, il "grande finale", l'insegnamento ultimo, reso complesso dalla sua stessa semplicità, l'antidoto per questo tenace veleno, la confusione, o ignoranza: l'Ati Yoga  dice il Dr Nida, è "la saggezza che elimina la causa radice di tutte le sofferenze", perché attraverso l'Ati Yoga noi possiamo imparare a riconoscere il vero aspetto della mente, la sua vera inesprimibile natura.

11247613_1078681072178236_3237365592772867785_nNelle parole di Yuthok:

 "Al di là dell'espressione e del pensiero

inconcepibile, ineffabile, la nuda coscienza primordiale

è chiara e luminosa, completamente rilassata e aperta.

È tutto esterna apparenza, senza eccezione

È tutto interna consapevolezza, senza eccezione.

Tutto è saggezza senza alcun ostacolo.

È al di là del bisogno di respingere emozioni afflittive e azioni negative,

ed è anche libera da ogni repulsione.

Percepire, senza fermarsi a percepire alcun-ché,

Il naturale stato di questa primordiale Es-senza".

  È un'occasione importante, perché è la prima volta che questi profondi insegnamenti vengono resi disponibili in un commentario in lingua inglese da un Maestro Tibetano secondo un Lignaggio ininterrotto.
Il nuovo Libro edito da SKY PRESS (http://www.skypressbooks.com)
The Mirror of Light - A commentary on Yuthok's Ati Yoga

"La natura del disco del sole è la luminosità che mille eoni di oscurità non può oscurare. Analogamente, la luminosità è la natura della mente di una persona che eoni di confusione non possono oscurare. Proprio come la natura del cielo trascende i limiti del colore e della forma e non è mai macchiato dal nero o il bianco delle nuvole, anche la natura della mente trascende i limiti del colore e della forma." - Shabkar Tsokdruk Rangdrol, volo della Garuda

Mirror_of_Light_SkyPress_Color_CoverOnly_6x9.inddAccompagnato da splendide immagini, e pensato per fornire un preciso manuale di supporto per consolidare gli insegnamenti ricevuti dal Maestro, il libro comprende istruzioni sulle pratiche preliminari e spiegazioni del Dr Nida e di altri elevati praticanti, ma anche la traduzione di un saggio del Dr Nida sulle caratteristiche specifiche e uniche dello Yuthok Nyngthig, una raccolta di preghiere, un ampio e utile glossario, e la traduzione di una eccezionale spontanea canzone Yogica, scritta dal Dr Nida stesso, per ispirare i praticanti a mantenere la pura visione dell'Ati Yoga in ogni aspetto e momento delle loro vite ed esperienze. Sulla copertina campeggia la scritta "volume uno", ma senza aspettarci altro dal nostro prolifico Maestro, fedeli ai principi di questo insegnamento, dovremmo decisamente apprezzare la vera unicità, la completezza, e la fortuna di questa pubblicazione! Ricordiamo che il libro è in lingua inglese, speriamo presto di averlo pubblicato in lingua italiana, ma come in tutte le cose, perché siano fatte  bene, necessitano di tempo adeguato. Vi comunichiamo che in via eccezionale il Dr Nida darà insegnamenti  anche di Ati Yoga, in Italia il prossimo Marzo a Pomaia.spread2   Un caro saluto a tutti.

Sa Che, l’analisi della terra

Il nuovo libro sul Sa che del dottor Nida è colorato, come le bandierine di preghiera o lo stendardo della vittoria. Non solo per l'importanza che hanno, come in ogni elemento del ben-essere, i vivaci colori dei cinque elementi, con tutte le loro brillanti corrispondenze, ma perché, come sempre nei suoi insegnamenti, spiega concetti complessi e antichi parlando una lingua giovane, alla mano, comprensibile per tutti. L'osservazione della Natura come un tutto organicamente connesso, di un corpo simile al nostro corpo, in cui forma, funzione ed energia sono un nesso inscindibile, ci chiarisce il perché degli elementi di forza e di fragilità del nostro ambiente quotidiano, divenendo uno strumento semplice e immediato per curare lo spazio intorno a noi rendendolo più accogliente, armonico e felice.

         " Tutto ciò che è fuori si trova allo stesso modo dentro.

                     Non dire mai di non avere una casa".

  Ma cosa è, e cosa significa Sa che ? L’umanità è parte inseparabile nella rete globale del mondo. Il microcosmo della nostra vita individuale è parte del macrocosmo della realtà che ci circonda. La nostra percezione della salute e della felicità dipendono dalle circostanze dell’ambiente. Questa è la visione del Sa Che, la geomanzia tradizionale tibetana. Sa significa “terra” Che significa “analisi”, questa antica arte studia gli elementi della natura e gli spazi vitali umani, cerca di comprenderli e li modella delicatamente per creare un equilibrio adatto a sostenere la vita e il mondo. Quando il Sa Che parla degli elementi e di equilibrare le energie significa, per esempio, scegliere un luogo sicuro per proteggere una tenda nomade dal vento o come risparmiare luce e calore in un edificio isolato in mezzo a una vasta pianura, o semplicemente come creare armonia nell’individuo, in ogni famiglia, in ogni paese e in tutta la società. Le radici del Sa Che si trovano nelle visioni dei potenti sciamani pre-buddisti. Tali visioni divennero le fonti originali della cultura sciamanica Bon, nel corso dei secoli le leggende bon maturarono diverse spiegazioni filosofiche e furono quindi integrate nel buddismo. Considerato come un lignaggio puro, il Sa Che è stato insegnato e appreso di generazione in generazione con la profonda e fedele diligenza secondo il sistema di studio tradizionale tibetano, che ne assicura l’esattezza e l’origine dell’insegnamento. Insegnamento che dalle antiche origini spirituali della tradizione bon, è stato promulgato da molti grandi maestri buddisti, come GURU RIMPOCHE, ATISHA e MACHIG LABDRÖN. Considerando il pericolo di perdere queste conoscenze, Jamyang Nyima del monastero Labrang, uno dei pochi sostenitori del lignaggio Rinchen Bumsang, ritiene che adesso sia un buon momento per diffondere l’insegnamento del Sa Che per aiutare e beneficiare gli altri. Il Dr Nida Chenagtsang apprese il Sa Che nel Monastero Labrang e fu istruito personalmente da Jamyang Nyima. In quanto maestro qualificato di Sa Che, il Dr. Nida ha , pertanto, la capacità e l’abilità di aiutare il suo maestro a portare la tradizione del Sa Che nel mondo occidentale. Egli pratica e insegna il Sa Che da molti anni, a maggio 2016 è stato pubblicato in Italia il suo libro ” Sa Che – Geomanzia Tibetana” edito da Psiche2.
  • tratto dal sito www.sache.it
26 marzo 2017 insegnamenti di Sa che a Pomaia